SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Afghanistan: ancora tre militari feriti

1' di lettura
2034

Altri tre militari italiani sono rimasti feriti sn due distinti attentati in Afghanistan: a Herat sono stati colpiti due soldati con un ordigno posto a bordo strada e fatto esplodere mentre transitava la pattuglia italiana; nei pressi di Farah invece è stato un bersagliere a rimanere ferito durante un attacco all\'unità.

In vista delle prossime elezioni, tra poco meno di un mese, si intensifica l\'attacco delle milizie talebane al contingente della Nato e alle forze di sicurezza afghane.

Il terzo soldato ferito apparteneva a un\'unità \"complessa\", composta da personale del 187° Reggimento Folgore e del 1° Reggimento Bersaglieri. L’unità è stata attaccata nei pressi del villaggio di Bala Boluk, a circa 50 chilometri a nord di Farah, mentre svolgeva un\'operazione congiunta con le forze di sicurezza afghane per il controllo del territorio.

La reazione dei nostri militari, spiegano dal comando di Herat, è stata immediata e nell\'area sono stati anche inviati sia degli aerei della coalizione per il supporto ravvicinato che gli elicotteri italiani A 129 Mangusta.

Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha espresso ai militari feriti i suoi auguri e quelli dell’intera Camera dei deputati per una pronta guarigione. Auguri di una piena guarigione anche dal presidente del Senato, Renato Schifani.

Intanto fa discutere il commento del leader della Lega, Umbreto Bossi, che aveva dichiarato che se fosse per lui riporterebbe tutti i militari a casi, e aveva ammonito sui costi e i risultati dell’impresa.


Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2009 alle 13:20 sul giornale del 27 luglio 2009 - 2034 letture