SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Rubacuori: il bar di Briatore vietato ai minori, paga 15 euro per un succo

1' di lettura
3102

briatore

Un succo di frutta da 15 euro, bevuto al bancone di un bar nel meno tempo possibile e senza poter ordiare altro.

Sembra impossibile ed assurdo,invece è accaduto realmente ad Olbua. Nella famosa spiaggia di Capriccioli e precisamente presso il locale di Briatore \'Rubacuori\'.


Due sorelle di Olbia, accompagnate dalla figlia di una delle due, decidono di fermarsi nel locale a sorseggiare un succo di frutta quando vengono invitate ad allontanarsi. Il gentile invito giunge da un grande uomo, il \'buttafuori\', assunto dallo stesso Briatore, quale titolare del locale, poichè la bambina (in questo caso) ma in generale i bambini non possono entrare al \'Rubacuori\'.


Dopo varie discussioni e tentativi, le due donne riescono ad ottenere \'uno strappo alla regola\' per far dissetare la piccola ma, a questo punto, scattano le \'regole del gioco\'. La bambina può bere un succo di frutta al bancone in fretta, senza poter ordinare altro e pagando 15 euro.


Un prezzo un pò caro da pagare per un semplice succo di frutta, pur essendo a Capriccioli nel locale di Briatore. Eppure così è stato.



briatore

Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2009 alle 23:17 sul giornale del 22 agosto 2009 - 3102 letture