Obama presenta la riforma della sanità

barack obama elezioni mid-term 1' di lettura 11/09/2009 - In un discorso al Congresso il presidente Barack Obama, ammonendo che è giunto il momento di passare all\'azione, ha presentato il suo piano di riforma sanitaria, per dare più sicurezza e stabilità a chi ha già un\'assicurazione medica e la copertura sanitaria a tutti gli americani che ne sono ancora privi.


Obama ha detto nel suo atteso intervento trasmesso in diretta televisiva che gli Stati Uniti sono l\'unica democrazia al mondo che non garantisce la copertura medica universale ai suoi cittadini e ha ammonito che se non si agirà subito sulla riforma sanitaria, molti americani potrebbero pagare con la vita. Un piano da 900 miliardi di dollari in dieci anni quello di Obama, che non aggiungerà un centesimo al deficit che si autofinanzierà attraverso risparmi nel settore e tasse su assicurazioni private e contribuenti più ricchi. Oltre ai repubblicani, anche i democratici moderati sono preoccupati delle cifre, dubbi che Obama ha tentato di smorzare spiegando che la riforma costerebbe meno delle guerre in Afghanistan e Iraq. Ma il discorso di Obama non è piaciuto a tutti: il deputato repubblicano della Carolina del Sud, Joe Wilson, si è alzato e ha lanciato un “lei mente”. E l\'accusa di essere un bugiardo non è stato che l\'episodio piu\' eclatante di un clima di esasperato confronto che si e\' tradotto in aula con fischi, mugugni, risatine ironiche, parlamentari dell\'opposizione repubblicana con cartelli appesi al collo.





Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2009 alle 17:29 sul giornale del 11 settembre 2009 - 1517 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, giulia angeletti, USA, obama, barack obama giuramento





logoEV