Bufera per Annozero: Libero e il Giornale propongono di disdire il canone Rai

1' di lettura 27/09/2009 - Cresce la tensione tra maggioranza e opposizione sul tema dell\'informazione: al centro della polemica è ancora la trasmissione Rai Annozero. Contro il programma di Michele Santoro i due quotidiani vicini al premier Libero e Il Giornale hanno lanciato oggi la proposta di disdire il canone Rai.


“Non paghiamo più la tassa Santoro”, apre il quotidiano di via Negri. In prima pagina spicca il fac simile del modulo con il quale si può disdire l\'abbonamento a viale Mazzini. Libero va oltre e rilancia, incitando alla videorivolta: “Rai, si può disdire il canone”. E via con le istruzioni per abbandonare mamma Rai. È il segretario del Pd, Dario Franceschini, il primo a commentare la decisione del Governo di aprire un\'istruttoria nei confronti della trasmissione di Santoro, Franceschini dice che si tratta di un atto anomalo, poiche c’è la Commissione parlamentare di vigilanza. Si tratterebbe quindi di una strategia di intimidazione contro la stampa libera. Intanto il Codacons annuncia oggi un ricorso al Tar del Lazio contro la decisione del ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio Scajola, di aprire una inchiesta in merito al programma di Raidue Annozero.





Questo è un articolo pubblicato il 27-09-2009 alle 17:58 sul giornale del 28 settembre 2009 - 1527 letture

In questo articolo si parla di attualità, rai, santoro





logoEV