Strage del Circeo: Gianni Guido libero. Il giudice: \'Non è pericoloso\'

viaggio da incubo a Zanzibar 1' di lettura 29/09/2009 - Gianni Guido, uno dei tre massacratori della strage del Circeo resta libero. A deciderlo il giudice del Tribunale di sorveglianza Enrico Della Ratta Rinaldi.

\"Si ritiene particolarmente improbabile che Gianni Guido si renda nuovamente autore si delitti. Egli usufruisce di misure alternative a partire dal 2005, è completamente libero dal maggio del 2009 ed ha tenuto una condotta ineccepibile\". Queste le parole del giudice del Tribunale di Sorveglianza di Roma nell\'ordinanza firmata per respingere la richiesta della Procura di Roma di applicare la misura cautelare della libertà vigilata per tre anni a Gianni Guido.

Gianni Guido, uno dei tre responsabili della strage del Circeo del 30 settembre 1975, tornato in libertà lo scorso 25 agosto, dopo aver scontato la pena per l\'omicidio di Rosaria Lopez e per il tentativo dell\'omicidio di Donatella Colasanti, grazie alla buona condotta resta libero.

Inoltre secondo il giudice Enrico Della Ratta Rinaldi, che si è occupato del caso Guido, lo stesso non è da considerare socialmente pericoloso.

Dunque Gianni Guidi, massacratore del Circeo che per quella strage fu condannato a 30 anni di custodia cautelare e che con il tempo beneficiò di tutti gli \'sconti\' penali della legge Gozzini, non costituisce un pericolo sociale, poichè \"profondamente segnato e cambiato\".

Sottolinea l\'avvocato del pariolino, che commenta:\"Gianni Guido è una persona schiva, si è detto soddisfatto della conclusione della vicenda giudiziaria, ma è una persona profondamente segnata e profondamente cambiata da un percorso che non lo porterà mai e poi mai sotto i riflettori a sbandierare una presunta redenzione\".





Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2009 alle 19:44 sul giornale del 30 settembre 2009 - 1957 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sudani Alice Scarpini, giudice, strage del circeo, gianni guido





logoEV