SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Messina ko da un nubifragio: 18 morti e 40 feriti

1' di lettura
1767

maltempo

Diciotto morti, quaranta feriti e numerosi dispersi, il primo bilancio del nubifragio che ha colpito Messina e la Sicilia nord-orientale.

Tre chilometri e mezzo di territorio tra i Comuni di Scaletta Marina, Giampilieri, Briga e Scaletta Zanchea sono invasi dal fango. Fango su strade e ferrovie, smottamenti e frane in Provincia di Messina a causa del nubifragio. Inoltre, i 230 millimetri di pioggia caduti in circa 3/4 ore hanno causato crolli di case e palazzine in numerose frazioni.

Diciotto morti, una quarantina di feriti e numerosi dispersi, questo l\'attuale bilancio del nubifragio che ha colpito Messina e la Sicilia nord-orientale ma le stime sono destinate ad aumentare con il tempo. Infatti,sono ancora diverse le frazioni in cui i soccorritori non sono arrivati a causa dei fiumi di acqua, fango e detriti che rendono più difficili gli aiuti e le operazioni di ricerca.

Sul luogo, le squadre di soccorritori continuano a scavare nel fango alla ricerca dei dispersi. Al lavoro uomini dell\'esercito, della protezione civile e dei vigili del fuoco con l\'ausilio dell\'elicottero della protezione civile e della nave della capitaneria di porto, incaricata di trasportare la popolazione dalla costa alla città.

Dunque, una lotta contro il tempo alla ricerca di dispersi e per cercare di portare in salvo la popolazione ancora rifugiata sui tetti delle case per non essere trascinati via dalla corrente. Nel frattempo che il capo della Protezione civile Guido Bertolaso, giunto sul posto, ha definito \"molto seria e critica\" la situazione, il Consiglio dei ministri ha varato lo stato di emergenza.


maltempo

Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2009 alle 13:34 sul giornale del 03 ottobre 2009 - 1767 letture