SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
articolo

Lotus F1 nella galleria del vento, Berro nuovo direttore delle attività

2' di lettura
3018

claudio berro

La Lotus ha annunciato che dal 2 novembre Claudio Berro assumerà il ruolo di direttore delle attività sportive del Gruppo.

Il suo ultimo impegno nel motorsport era stato quello di direttore Speedcar Middle-East International Race Series mala carriera di Berro lo ha visto impegnato, negli ultimi 14 anni, con Ferrari, Maserati e Fiat ricoprendo i ruoli di team manager in F1, direttore responsabile di tutte le attività sportive, F1 esclusa, per ferrari e Maserati, general manager di Maserati Corse e direttore delle attività sportive del Gruppo Fiat prima di diventare direttore delle attività sportive dell’ Abarth.

Claudio Berro risponderà direttamente al CEO del Gruppo Lotus, Dany Bahar, ma sicuramente sarà coinvolto nel nuovo team di F1 che si sta preparando per entrare nel Circus il prossimo anno.


\"La Lotus ha una storia senza pari nel motorsport, non solo in Formula 1, ma ha vinto anche con le sport, le turismo, nei rally, a Le Mans e alla Indy 500\" ha dichiarato Berro, aggiungendo che la sua intenzione è quella di riportare la Lotus ai massimi livelli motorsport, non solo per correre e vincere ma anche per dimostrare lo scambio di tecnologia tra le vetture sportive della Casa e le future vetture da corsa. Bahar si è dichiarato felice dell’ arrivo di Berro sottolinenando la sua provata esperienza come direttore di attività sportive e, ricordando anche le sue vittorie nei campionati GT e rally, si è detto sicuro che il suo apporto favorirà il ritorno della Lotus ai massimi livelli del motorposrt mondiale.


Come curiosità c’è da ricordare che non è la prima volta che il nome di Berro viene affincato alla Lotus. Agli inizi della sua carriera nel mondo delle corse è stato infatti copilota per Peugeot Talbot Italia con la Talbot Sunbeam Lotus vincendo due titoli italiani rally in Gruppo 2 nel 1981 e nel 1982.





claudio berro

Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2009 alle 17:30 sul giornale del 30 ottobre 2009 - 3018 letture