SEI IN > VIVERE ITALIA > ECONOMIA
articolo

Pil in calo del 4,9%. Dato peggiore dal 1971

1' di lettura
1114

economia

Il 2009 si è chiuso con un Pil in calo del 4,9%. Una flessione leggermente superiore a quella stimata dal governo che aveva previsto un -4,8%. Si tratta del dato peggiore dal 1971, ossia da quando è iniziata la serie storica.

La diminuzione congiunturale del Pil nel quarto trimestre è il risultato di una diminuzione del valore aggiunto dell\'industria, di una sostanziale stazionarietà del valore aggiunto dei servizi e di un aumento del valore aggiunto dell\'agricoltura, spiega il comunicato dell\'Istat.

Pie Luigi Bersani, leader del Pd ha commentato questi dati dicendo che è necessario fare una manovra economica, sollecitare un po\' l\'economia e affrontare con più determinazione la situazione, e non continuare a parlare di altro come il processo breve e cose del genere.

E se il pil italiano segna il dato peggiore degli ultimi trent\'anni, pure nel resto d\'Europa la ripresa stenta a decollare e si registrano segnali di debolezza per alcune delle principali economie dell’area euro. Colpisce, in particolare, il dato di stallo della locomotiva tedesca.



economia

Questo è un articolo pubblicato il 12-02-2010 alle 17:27 sul giornale del 13 febbraio 2010 - 1114 letture