SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
comunicato stampa

Motoslitte: Lepro incorona i soliti Ploner, Bettiga e Deghi

4' di lettura
1201

alessandro ploner

Monte Grappa protagonista nella quarta tappa del Campionato Italiano Motoslitte.

A primeggiare tra numerose ed appassionanti sfide, i tre leader di classifica: Alex Ploner, Andrea Bettiga e Giacomo Deghi.Nella tappa veneta del Campionato Italiano Motoslitte targato 2010 il copione è stato rispettato come da pronostico. Tra la bianca neve della località Lepre, in una valle del Monte sacro alla Patria, il Grappa, e il sole che ha riscaldato la giornata si è svolta la quarta tappa del tricolore motoslitte, che ha visto salire sul grandino più alto delle tre classi i soliti tre nomi della stagione 2010: Alex Ploner, Andrea Bettiga e Giacomo Deghi. Ventisette i piloti al via, tra Unica e Trofeo Italia, che hanno regalato suspance ed emozioni ai presenti. Nessun incidente grave a caratterizzato la giornata, ma solo alcune cadute come quella di Jacopo Rossi, Mauro Bormolini e Andrea Bettiga. Ottimo il lavoro del Motoclub Tenno che, diretti dall’efficiente Paolo Pellegrini, ha strutturato una gara ad alto livello, sia di difficoltà che di spettacolo.


Ore 10.45 il via ufficiale della giornata sportiva tra la fresca neve veneta, con una bella sfida per quanto riguarda la classe maggiore del campionato e, più precisamente, tra i due piloti in lizza per il titolo finale: il trentino Alex Ploner ed il “gigante buono”, Christian Merli. Il pilota di Fiavè, in sella alla sua Lynx, probabilmente favorito da una partenza azzeccata, ha preso subito il comando della corsa mettendo alle spalle Ploner, che ha dovuto così assaporare un po’ di neve. Il primato della manche è stato nelle mani di Merli finché, sbucati dal salto finale, il pilota di San Cassiano è letteralmente volato, superando all’ultimo metro da Merli. Ottima sfida che purtroppo non si è ripetuta nella altre tre manche della classe Unica poiché Ploner, dopo la partenza a tutto gas, è fuggito via lasciando agli altri concorrenti solo la lotta per la seconda posizione. Sorprende nella quarta tappa anche il trentino di Pozza di Fassa, Roland Zanet, che porta la sua Ski Doo per ben due volte sul secondo gradito del podio di giornata insieme ad un terzo ed un quarto posto.


Volgendo uno sguardo alla classifica generale di Campionato, per quanto riguarda la classe Unica, Ploner vola a 400 punti seguito da uno scatenato Christian Merli, che si porta a 80 lunghezze di distacco. In terza piazza nella Unica Nazionale troviamo invece il simpatico boscaiolo del Sud-Tirolo, Peter Gurndin (Ski Doo). Terza posizione che conquista anche nella classe Internazionale superando Michael Pogna che, dopo una gara in penombra, perde il gradino del podio scivolando al quarto posto in classifica. Anche nel Trofeo Italia non sono mancate le emozioni.


A sorprendere tutti i presenti è stato un giovane ragazzo di soli quattordici anni che, in sella alla sua Ski Doo, ha regalato numerose emozioni grazie alle sue prodezze nei salti e alle sue curve perfettamente interpretate, portando a casa un risultato molto soddisfacente: Marco Galli. Il livignasco del moto club Trela Pass, nella classe 800, a fatto tenere sulle spine il primo in classifica Andrea Bettiga (Yamaha) soffiandogli addirittura la prima posizione nell’ultima manche, finendogli però alle spalle in quella generale di giornata. Il terzo gradino del podio va a Andrea De Donà (Polaris) che mette alle sue spalle il bressanonese della Lynx, Peter Senoner, per soli due punti. Due punti che li dividono anche il classifica di campionato, dopo la terza tappa di Formazza che li aveva visti entrambi a 185 punti. A guidare il Trofeo Italia 800 è sempre Andrea Bettiga con un totale di 282 lunghezze. Quarta posizione per Davide Dal Bianco (Lynx) e quinta piazza per il giovane Galli, penalizzato dal fatto di non aver preso parte alle prime due prove del ampionato a Ponte di Legno e a Madesimo. A non mollare la testa nella classe 500 del Trofeo Italia è l’altro pilota Yamaha, il quindicenne Giacomo Deghi che, in sella alla sua fedele motoslitte, tiene stretto il primato, sia di giornata che di campionato, davanti al pilota dell’ Arctic Car Alessandro Comella; medaglia di bronzo va invece al giovane Diego Poiatti (Arctic Cat).


Classifica della quarta tappa che riflette quella di campionato e che quindi non porta nessuna variazione di posizioni. Tra le squadre trionfa, grazie a Pogna, Zanet e Gelmini, il Motoclub Sebino, che aggiudica ben 183 punti che si vanno ad aggiungere ai 572 conquistati nelle precedenti tre prove di campionato. Prossimo appuntamento per il tricolore è per il 7 marzo a Livigno.



alessandro ploner

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2010 alle 22:14 sul giornale del 23 febbraio 2010 - 1201 letture