SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Violento terremoto in Turchia provoca decine di vittime

2' di lettura
449

terremoto
Un terremoto di magnitudo 6.0 ha colpito l'Est della Turchia.

Un violento terremoto di 6.0 gradi della scala Richter, seguito da oltre 40 scosse di assestamento, ha colpito la provincia turca di Elazig, nella zona centro-orientale del Paese, intorno alle 4.30 del mattino dell'8 marzo. Il bilancio parla di 57 morti. L'epicentro del sisma è stato localizzato nel villaggio di Basyurt.

La zona maggiormente colpita è quella del villaggio di Okcular, vicino a Basyurt: il paese è stato letteralmente raso al suolo, con il crollo di ben 30 abitazioni, e qui sono morte almeno 17 persone. Danni gravi si registrano anche in altri villaggi. Molte persone sono rimaste intrappolate sotto le macerie.

Il crollo di numerosi edifici è dipeso anche dal fatto che la maggior parte di questi è stata costruita con mattoni di fango, che non hanno retto alla violenza del terremoto. Nonostante questa regione della Turchia sia ad altissimo rischio di terremoti, qui i criteri di costruzione antisismica sono praticamente sconosciuti.

Subito dopo la prima violenta scossa si è scatenato il panico tra la popolazione, con un fuggi fuggi generale che ha provocato diversi feriti. Alcune persone sono scappate dalle loro case saltando dalle finestre.

Tra le scosse di assestamento, le due più forti hanno registrato una magnitudo di 5.1 e 5.5 gradi Richter. Le autorità hanno avvisato la popolazione di non far rientro nelle case danneggiate mentre sono ancora in corso le scosse di assestamento.

L'ente governativo per la gestione dei disastri e la Mezzaluna Rossa turca hanno portato le prime tende per i terremotati, insieme a cibo e coperte, per aiutarli a fronteggiare il freddo invernale, che da queste parti è particolarmente rigido.

Il premier turco Erdogan ha puntato il dito contro la mancanza di edifici antisismici nella zona e ha ordinato che venga predisposto al più presto un piano adeguato di ricostruzione.

La Turchia è frequentemente soggetta ai terremoti in quanto situata su due faglie, la Anatolica Orientale e la Anatolica Settentrionale.



terremoto

Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2010 alle 21:58 sul giornale del 09 marzo 2010 - 449 letture