SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Los Angeles: serial killer sospettato di aver ucciso 130 donne

1' di lettura
1054

Rodney Alcala è considerato uno dei Serial killer più feroci degli Stati Uniti D’America.
E’ sospettato dalla polizia di aver ucciso circa 130 ragazze ma, per ora, l’assassino ha confessato di averne uccise 30.

Per scoprirlo, gli agenti di Los Angeles hanno deciso di pubblicare sul web un centinaio di foto di ragazze che questo mostro col pallino della fotografia, conservava a casa, nel suo archivio personale. Si tratta di immagini di giovani donne e ragazzine ancora non identificate che potrebbero essere state vittime di Rodney.

Grazie a queste foto la Polizia si augura che il pubblico possa identificare le ragazze e fornire così maggiori informazioni sugli omicidi di Alcala. Il sospetto è che il killer abbia fotografato le donne prima di ucciderle per poi conservarne le foto come tragici souvenir.

Per ora lo hanno condannato a morte (tre volte) per l’assassinio di una ragazzina di 12 anni, Robin Samsoe, e di altre 4 persone. L’ultima sentenza è stata pronunciata martedì da un tribunale della California dove, come al solito, l’omicida si è difeso da solo.



Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2010 alle 20:40 sul giornale del 03 aprile 2010 - 1054 letture