SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Tensione tra le due Coree, la Cina critica contro le esercitazioni USA

1' di lettura
923

Corea

La Corea del Nord ha detto no alle esercitazioni militari congiunte tra Usa e Corea del Sud nel Mar del Giappone programmate per il 25 luglio. Il regime di Pyongyang sostiene che rappresentino un pericolo per la regione e ha definito "ostili" le sanzioni imposte dagli Stati Uniti.
 

Le dichiarazioni sono state fatte ad Hanoi nel forum asiatico dell'Ansean sulla sicurezza, mentre gli stati uniti annunciano l'arrivo di nuove sanzioni contro Pyongyang.

Hillary Clinton, segretario di Stato americano, ha appoggiato la Corea del Sud e si è precipitata ieri nella capitale del Vietnam per rafforzare gli accordi. La tensione tra le due parti della Corea sembra altissima e sono peggiorate dopo che Pyongyang ha affondato con le sue milizie delle navi militari uccidendo 46 uomini.

Ri Tong-il, delegato del governo di Pyogyang ha asserito che “Questa decisione è una grave minaccia non solo per la pace e la stabilità della penisola coreana, ma dell'intera regione. Viola inoltre lo spirito della dichiarazione del presidente del Consiglio di Sicurezza dell'Onu”. Quest'ultima affermazione in riferimento alla dichiarazione dell'Onu che condanna l'affondamento della nave corvetta Cheonan, senza esporsi verso la Corea del Nord e senza approvare sanzioni punitive verso Pyongyang grazie al veto della Cina.

Anche l'unico alleato della Corea del Nord, la Cina, ha lanciato aspre critiche verso le esercitazioni e sta tentando di controllarle con nuove manovre militari la costa orientale.



Corea

Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2010 alle 19:31 sul giornale del 23 luglio 2010 - 923 letture