Volley: le azzurre ancora in corsa per la fase finale del Grand Prix

volley 2' di lettura 16/08/2010 -

La nazionale femminile italiana conclude con 2 vittorie e 1 sconfitta la seconda tappa del Grand Prix 2010 di volley. Ora si passa a Tokio per un girone di ferro con Olanda, Giappone e Republlica Dominicana.



BANGKOK – Barbolini può finalmente contare su tutte le sue titolari (hanno infatti raggiunto le proprie compagne Cardullo, Gioli e Lo Bianco), ma tra infortuni e qualche linea di febbre, in campo scendono molte riserve. A Bangkok l’Italia ottiene così due vittorie importantissime che la mantengono in corsa per la fase finale del torneo.

L’avvio di questa seconda tappa del Grand Prix non era certo stato dei più promettenti con la sconfitta (1 a 3) delle azzurre contro gli Stati Uniti. Le ragazze di Barbolini, infatti, sono state letteralmente “murate” dalla statunitensi che hanno messo a segno ben 28 muri ai danni delle schiacciatrici azzurre.

Nel secondo match è stata invece l’Italia a sorridere con una netta vittoria per 3 a 0 sul Porto Rico. In campo una formazione completamente inedita con Rondon alla regia e Piccinini in veste di libero. Ampio spazio alle seconde linee che hanno così avuto modo di fare esperienza in un torneo di alto profilo.

Prova altrettanto positiva contro Thailandia (3 a 1) con una super Ortolani che mette a segno ben 30 punti. Con Cardullo ancora infortunata e Piccini con qualche linea di febbre, a vestire la maglia da libero è il turno di Bosetti. Nonostante le difficoltà in difesa, comunque, le azzurre riescono a portare a casa la vittoria contro le padroni di casa.

Dopo 6 partite, l’Italia si trova con 12 punti in classifica alla pari di Brasile e USA. A Tokio, le azzurre dovranno dare il tutto per tutto per conquistare i punti necessari per accedere alla fase finale di questo Grand Prix.






Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2010 alle 09:15 sul giornale del 17 agosto 2010 - 1294 letture

In questo articolo si parla di sport, isabella agostinelli, volley

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bgq





logoEV