Aborti clandestini: arrestato un ginecologo che buttava i feti nel water

ospedale 1' di lettura 20/08/2010 -

Dopo la denuncia, le manette. Scoperto nel Vicentino un appartamento degli orrori, dove il ginecologo Rowland Williamson Taylor, 49anni, praticava aborti clandestini  per poi gettare  i feti nel water. 



Secondo gli inquirenti, la sua attività illecita si protraeva dal 2006. Dalle pazienti, perlopiù prostitute, pretendeva il pagamento di somme tra i 500 e i 1.500 euro per ogni intervento. E una volta espulsi, i feti venivano gettati nel water del bagno.

In caso di complicazioni, le donne munite di documento, permesso di soggiorno o tessera sanitaria venivano invitate dal medico a presentarsi all'ospedale durante il suo turno, in modo che potesse continuare a seguirle alla luce del sole.

Alla luce di tutto questo, il medico è ora ritenuto responsabile dei reati di interruzione illecita di gravidanza, favoreggiamento della prostituzione e falso ideologico. Inoltre è stato anche sospeso dal servizio da parte del direttore generale dell'Ulss 5 Renzo Alessi.






Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2010 alle 15:34 sul giornale del 21 agosto 2010 - 901 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ospedale, giulia angeletti, aborto, vicenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bnB





logoEV