Strage a Bratislava: 15enne uccide 7 persone e poi si toglie la vita

ambulanza 1' di lettura 30/08/2010 -

A Devínská Nová Ves, nel quartiere residenziale nella zona ovest di Bratislava, capitale della Slovacchia, un quindicenne ha impugnato mitra e pistola automatica e ha iniziato a sparare dalla finestra di casa vicino a una scuola materna. Una strage: 7 persone uccise, almeno 18 o 19  ferite, poi il ragazzo si è suicidato. 



La sorte dell'omicida non è ancora chiara. Alcuni testimoni riferiscono che si è ucciso, mentre altri affermano che è stato catturato dalla polizia. Nessuna di queste notizie ha ricevuto conferma. Secondo fonti slovacche l'aggressore sarebbe un giovanissimo di 15 anni sotto l'effetto di stupefacenti.

Secondo alcune fonti le vittime decedute accertate sarebbero 7 e i feriti 18; i dati provengono però dai servizi sanitari,le fonti ufficiali della polizia non hanno infatti ancora rilasciato dati precisi. La bassissima età del assassino, poi toltosi la vita, ha lasciato sbigottite anche le forze dell’ordine locali.

Tre dei feriti sono in condizioni gravi e sono stati sottoposti ad interventi chirurgici, secondo quanto ha riferito Dominika Sulkova, portavoce dei servizi medici. Alla sparatoria era presente anche un bambino di tre anni, ha aggiunto, che per fortuna è rimasto illeso.






Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2010 alle 15:27 sul giornale del 31 agosto 2010 - 615 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia angeletti, ambulanza, strage, Bratislava

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBW





logoEV