SEI IN > VIVERE ITALIA > ECONOMIA
articolo

I conti correnti italiani sono i più cari d'Europa

1' di lettura
1792

banca

Secondo la Commissione Europea i conti correnti italiani costano mediamente 253€ ogni anno. Sono i più cari d'Europa e costano cinque volte di più di quelli olandesi che costano appena 46 euro. "I conti correnti italiani costano 114€ all'anno", ribatte l'ABI (Associazione bancaria italiana).
Chi ha un conto corrente sa chi sta mentendo.

Il Commissario al Mercato interno dell'Unione europea Michel Barnier accusa: "Chiediamo risposte chiare, concrete e precise perché differenze così grandi tra un paese e l'altro non sono possibili". E dà un ultimatum alle banche italiane prima di intervenire per legge per abbassare i costi.

Le banche italiane da un lato contestano il modo con cui sono stati raccolti questi dati, dall'altro lanciano gravi accuse. Le banche estere che hanno tenuto costi così bassi dei conti correnti hanno poi avuto bilanci passivi contrinuendo a causare la crisi.

La differenza dei dati fornita dalla UE rispetto a quelli forniti dalle banche italiane è oggetto di una guerra di cifre che dura da anni.
Si potrebbe spiegare questa incongruenza con il fatto che l'Unione Europea tiene conto dei costi massimi previsti per ogni operazione, costi che in Italia spesso non vengono applicati perché le operazioni sono vendute a "pacchetti" più convenienti. Ad esempio una banca potrebbe prevedere un costo di 1€ per ogni bonifico e poi offrire i primi 100 bonifici ad un prezzo molto inferiore ad i 100€. Inoltre in Italia è molto più diffusa che altrove la commissione di massimo scoperto che è notoriamente molto cara.



banca

Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2010 alle 22:40 sul giornale del 18 dicembre 2010 - 1792 letture