SEI IN > VIVERE ITALIA > ECONOMIA
articolo

Istat: in Italia disoccupazione da record, sale al 8,7%. A rischio i giovani

1' di lettura
1016

disoccupazione giovanile

Dati Istat confermano che l'Italia sta passando un periodo molto preoccupante: il tasso di disoccupazione, infatti, è salito ad ottobre all'8,7% rispetto a quello dell'8,4% di settembre.

Il dato di fatto è che lo 0.3% in più rispetto al mese di settembre fa toccare un record storico che non si avvertiva da tempo e più precisamente dal gennaio 2004. La categoria più colpita è quella dei giovani, dove uno su quattro risulta essere senza occupazione. Il tasso di disoccupazione giovanile in un range che va dai 15 ai 24 anni ha sfiorato nel terzo trimestre del 2010 quasi il 25%, con un picco del 36% per le donne del Mezzogiorno. 

Per i giovani tra i 20 e i 24 anni, ancora secondo dati Istat, il tasso di disoccupazione si abbassa lievemente con un tasso del 22,5%, ma che rileva comunque un cambiamento significativo, dato che nell'ultimo trimestre del 2009 quest'ultima classe registrava solo il 20,8%. 

Secondo il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi il tasso attuale di disoccupazione starebbe migliorando e la risposta al male sarebbe già pronta: è stato approvato, infatti, l'accordo tra regioni Regioni e Parti sociali per diffondere sempre più capillarmente l'apprendistato al fine di favorire l'occupazione giovanile e sarebbe anche vicina la possibilità che le riforme per l'Università si concretizzino. 

Il problema fondamentale, pare, è che i giovani e le donne, in modo particolare nel Sud d'Italia dopo innumerevoli tentativi di trovare lavoro, spesso arrivano al punto di rinunciare a cercarlo.



disoccupazione giovanile

Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2010 alle 19:36 sul giornale del 22 dicembre 2010 - 1016 letture