SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Tunisia: il presidente Ben Ali è indagato, la Svizzera gli congela i conti

1' di lettura
1866

Zine el Abidine Ben Ali

L'ex presidente tunisino, Zine el Abidine Ben Ali, dopo la fuga dalla sua Tunisi risulterebbe indagato dalla Procura locale per acquisizione illegale di beni ed investimenti finanziari illeciti all'estero. La magistratura tunisina avrebbe aperto un indagine nei confronti dell'ex presidente e della sua famiglia. Mentre in patria è indagato, in Svizzera avrebbero congelato i conti correnti a suo nome nelle banche.

Il provvedimento preso dalle banche svizzere è una tutela preventiva varata nei confronti del leader tunisino deposto nei giorni scorsi dopo furiosi scontri in Tunisia tra le forze dell'ordine e la popolazione locale, ormai stanca dello sfarzo ostentato dal presidente e dalla sua famiglia, ma sopprattutto per il rincaro dei prezzi e per la povertà nera in cui giace la maggioranza dellla popolazione tunisina.

Gli scontri in piazza non si fermano, si torna di nuovo in piazza a prostestare, e salgono a 100 il numero delle vittime. E ora nelladifficoltà di formare un governo transitorio la gente locale, diperata, scende in piazza reclamando che il nuovo governo transitorio si faccia da parte. "Ora che se n'è andato Ben Alì - grida la folla impazzita - se ne vada anche il governo."



Zine el Abidine Ben Ali

Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2011 alle 18:46 sul giornale del 20 gennaio 2011 - 1866 letture