SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

È morta Tullia Zevi, una voce contro le persecuzioni

1' di lettura
920

Tullia Zevi

È morta a Roma Tullia Zevi, una voce che da tanti anni chiede all'Italia e al mondo - circondata da buio e silenzio - di interrompere la persecuzionedegli ebrei, dei Rom, degli omosessuali. Addio, cara amica. Ti ricorderemo e ameremo per sempre.

"Qual è il più grande servizio che la conoscenza della storia ci può fornire? Quello di metterci sull'avviso. I nazisti hanno voluto uccidere gli ebrei semplicemente perché essi erano ebrei, gli zingari perché erano zingari e gli omosessuali perché erano omosessuali: venivano tutti visti come dei devianti che dovevano essere eliminati. In ciò consisté la soluzione finale".

"Bisogna ricordare che insieme ai sei milioni di ebrei, sono morti anche centinaia di migliaia di zingari, di omosessuali, di intellettuali e anche di oppositori politici del regime nazista, sia religiosi, sia laici. Ci si deve rendere conto di cosa rappresenta la presa di potere di un regime dittatoriale e si deve amare e conservare questa democrazia che con tanta fatica abbiamo riconquistato".

"Dovremmo cercare di trarre delle conclusioni da un'esperienza che ha travolto milioni di esseri umani e capire perché si debba conoscere questa storia, nonché quale lezione potremmo avere da questo passato".

Tullia Zevi



Tullia Zevi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2011 alle 15:49 sul giornale del 24 gennaio 2011 - 920 letture