SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Giornata Internazionale della Donna: un giorno di festa e di riflessione

3' di lettura
3704

giornata internazionale della donna

L'8 marzo ricorre la giornata internazionale della donna, più comunemente conosciuta come festa della donna. Questa data significativa è stata fissata per ricordare. Ricordare che non è solo sinonimo di festa, ma piuttosto un giorno di riflessione.

Grazie all'istituzione dell'8 marzo oggi ogni donna dovrebbe considerare le battaglie e le conquiste sia economiche che politiche, sia sociali che private. Aprire le coscienze e gli occhi sullo stralcio di mondo che ci circonda. Le discriminazioni e le violenze che a volte si riscontrano nel nostro paese, sono ancora più frequenti in alcune fragili parti del mondo.

Come ha ricordato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, le "donne italiane sono ancora lontane dall'aver conquistato la parità dei sessi in molti ambiti". Il divario di genere esiste ancora anche in Italia. In un'Italia dove anche il presidente della Repubblica ammette che "il consumismo abbia ridotto la donna ad oggetto" ed invita le donne italiane ad "esigere rispetto".

Se si pensa che fino a 50 fa la donna non aveva ancora gli stessi diritti garantiti per legge all'uomo, ora di traguardi se ne sono raggiunti molti. Ma per raggiungere una parità assoluta è necessaria una cultura diffusa che ponga la donna al di fuori di ogni pregiudizio, al di là di ogni violenza e lontano dal pensare a se stessa come inferiore.

Al di là di ogni considerazione, oggi le donne hanno una festa tutta loro a livello internazionale: la Giornata Internazionale della Donna, l'8 marzo di ogni anno. Questa festa rappresenta la lotta di una generazione. Nel 1911 venne introdotta anche in Italia grazie all'azione delle donne socialiste. Il loro obiettivi erano la parità della donna rispetto all'uomo e le rivendicazioni dei loro diritti.

Oggi in numerosi non sono mancati a festeggiarla sia a livello nazionale che internazionale. Si va dal discorso di Giorgio Napolitano alle sfilate in piazza per i diritti delle donne. Dalle parole del segretario di Stato americano, Hillary Clinton, che elogia il centenario di questa giornata e condanna il loro forzato astenzionismo dalle decisioni cruciali nel mondo. Come ha ricordato Hillary Clinton: "investire su di loro significa investire in progresso economico globale, nella stabilità politica e in una maggiore prosperità per tutti ed in tutto il mondo". Arrivano poi anche gli auguri a tutte le donne del motore di ricerca, Google, che grazie al suo nuovo Doodle inneggia alle donne. Ed infine alla campagna dell'attore Daniel Craig che invita il mondo a mettersi nei panni delle donne.





giornata internazionale della donna

Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2011 alle 12:45 sul giornale del 09 marzo 2011 - 3704 letture