SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e tratta di esseri umani, 15 arresti

1' di lettura
1996

Arresto

Gli Agenti del Commissariato San Paolo, alle prime ore dell'alba di mercoledì, hanno tratto in arresto 15 persone con l'accusa di 'Tratta di esseri umani'.

L'operazione, coordinata dalla Direzione Nazionale Antimafia, nella quale sono al lavoro gli investigatori del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e delle Squadre Mobili di Lecce, Bologna e Ravenna, si sta svolgendo nelle Marche ma anche in Lombardia, Emilia-Romagna, Puglia, Abruzzo, Lazio e Calabria.

Al termine dell'inchiesta durata circa un anno, che ha consentito d’individuare nel nostro Paese piu’ cellule, operanti in particolare ad Ascoli Piceno, Bologna, Roma, Milano, Teramo, Cremona, Bergamo, Brescia e Bari, gli Agenti hanno arrestato 15 persone chiudendo così il cerchio intorno alle indagini su un'ampia filiera criminale finalizzata al favoreggiamento dell’ingresso in Italia di clandestini.

L'associazione, avente i vertici operativi in Turchia ed in Grecia, era dedita al traffico di uomini verso l'Europa. Gli arrestati, ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina, dovranno rispondere anche dell'accusa di aver esposto i migranti a costante pericolo di vita.

I migranti, che per ogni pratica pagavano circa 1000 euro, arrivavano a destinazione attraverso piccole imbarcazioni o tramite navi di linea con destinazione i porti italiani dell’Adriatico. Gran parte dei migranti, dopo essere giunti sul territorio nazionale, venivano però trasferiti in numerosi Paesi del Nord Europa con falsi documenti legati a rapporti di lavoro inesistenti. Il tutto per ottenere la sanatoria per colf e badanti, ma anche il rilascio o il rinnovo dei permessi di soggiorno per ricongiungimento familiare.



Arresto

Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2011 alle 19:12 sul giornale del 07 luglio 2011 - 1996 letture