SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Buco dell'ozono sull'Artico più grande del previsto

1' di lettura
1025

Il buco dell’ozono rilevato sull'Artico nei mesi scorsi sarebbe molto più esteso del previsto.

Un nuovo studio pubblicato su Nature, realizzato dal California Institute of Technology, denuncia infatti una perdita di circa l’80% in un solo anno della fascia di gas protettiva. Studiando i dati relativi alla scorsa primavera, i ricercatori hanno evidenziato che la riduzione della fascia di ozono al nord è paragonabile a quella del polo Sud.

L'inverno particolarmente rigido che ha interessato il circolo polare sarebbe una delle cause scatenanti. Durante il mese di marzo la massa d’aria fredda, colpita dalla luce del sole, ha rilasciato, soprattutto nella parte più bassa della stratosfera, atomi di cloro e bromo, prodotti dei clorofluorocarburi, che distruggono il legame chimico dell’ozono.

La Terra è circondata da uno strato naturale di ozono che si trova nella stratosfera tra 15 e 35 chilometri di altitudine. A causa delle basse temperature, l’ozono tende a dissolversi sopra le regioni polari, Antartide e Artico, secondo l’alternarsi delle stagioni.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2011 alle 17:45 sul giornale del 05 ottobre 2011 - 1025 letture