SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

La Consulta dice no ai parlamentari-sindaco

1' di lettura
1056

Fascia tricolore del sindaco

Niente più doppio incarico per i parlamentari-sindaci. La Corte Costituzionale, decidendo sul caso Stancanelli, senatore del Pdl e sindaco di Catania, ha bocciato la legge 60/1953 nella parte in cui non prevede l'incompatibilità tra la carica di parlamentare e quella di sindaco di un comune con più di 20mila abitanti. 

Il Tribunale civile di Catania si era rivolto alla Corte costituzionale dopo il ricorso inoltrato da un elettore, Salvatore Battaglia. Raffaele Stancanelli era stato eletto senatore per il Pdl nel 2008. Due mesi dopo, a giugno, si era candidato a sindaco di Catania ed aveva ottenuto la poltrona mantenendo il doppio incarico.


Sono cinque i parlamentari e tutti del Pdl che ricoprono contemporaneamente anche la carica di sindaco di un Comune con oltre 20mila abitanti: oltre a Stancanelli, sempre a Palazzo Madama ci sono altri due senatori del Pdl-sindaci: Vincenzo Nespoli, sindaco di Afragola, e Antonio Azzolini, sindaco di Molfetta. Alla Camera i primi cittadini di paesi con oltre 20mila abitanti sono Adriano Paroli (Brescia) e Giulio Marini (Viterbo).

Il Pd intanto ha annunciato la revoca del ruolo parlamentare a tutti gli interessati nel partito. Tra questi anche Piero Fassino, sindaco di Torino, che quindi non sarà più parlamentare.



Fascia tricolore del sindaco

Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2011 alle 16:43 sul giornale del 22 ottobre 2011 - 1056 letture