SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Nuovo crollo a Pompei, Uil Beni culturali: 'Serve un monitoraggio totale'

1' di lettura
1237

Dopo il crollo di due muri moderni lungo la via Consolare nel sito archeologico di Pompei, giovedì, è stato segnalato un nuovo crollo: la Domus di Diomede.

La segnalazione, giunta dalla Uil dei beni e attività culturali, evidenzia la causa del crollo nell'incuria ovvero nella presenza di erbacce che hanno estrapolato dal terreno le pietre. Pertanto, sottolinea il Sindacato, è necessario provvedere quanto prima ad un monitoraggio completo e totale della zona altrimenti sarà uno stillicidio di crolli.

Ora, conclude il Sindacato, bisogna quindi passare dalle parole ai fatti ed avviare i lavori di manutenzione e rafforzamento grazie anche al finanziamento da 105 milioni di euro per quattro anni giunti dall'Ue.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, impegnati nella verifica della segnalazione.



Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2011 alle 13:17 sul giornale del 28 ottobre 2011 - 1237 letture