Turisti bloccati sull'Everest, anche una decina di italiani

nebbia 1' di lettura 05/11/2011 -

Una fitta nebbia, che da giorni incombe sulla zona montuosa del Nepal nord-orientale, ha bloccato circa 2 mila turisti stranieri, per lo più europei, sull'Everest. Tra i turisti coinvolti anche una decina di italiani.



Alberghi presi d'assalto, scorte di viveri in esaurimento e spostamenti impossibili. Questa la situazione in particolare vicino all'aeroporto di Lukla, a causa della nebbia che rende impossibili i voli di linea e l'attività degli elicotteri di salvataggio. Preoccupazioni che aumentano con le previsioni meteorologiche. La nebbia infatti non dovrebbe disperdersi in poche ore.

Molti i turisti che continuano a terminare le proprie vacanze e, quindi, ad aggiungersi ai già presenti. Tuttavia tra i 2 mila ci sono persino decine di turisti che hanno scelto, secondo fonti consolari, di camminare per ore verso Surke, in fondo alla valle, dove si trova un eliporto per raggiungere poi Kathmandu. Spostamenti possibili grazie a piccoli mezzi a cinque posti di una compagnia privata a pagamento. Non poche spese affrontate dunque da chi ha voluto far rientro.






Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2011 alle 15:22 sul giornale del 07 novembre 2011 - 1671 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, nebbia, everest

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rha





logoEV