Sciopero dei benzinai all'88%: nuovo record per il diesel, +1,5 centesimi

1' di lettura 09/11/2011 -

Record di adesione allo sciopero dei distributori proclamato da martedì 8 fino alla mattina di venerdì 11 novembresia sulla rete stradale che su quella autostradale.



A renderlo noto la Faib Confesercenti e la Fegica Cisl che evidenzia, sulla base dei dati affluiti alle sedi dei sindacati dei gestori, l'adesione è pari all'88% con punte del 90% nelle grandi città come Bologna, Roma, Napoli, Milano e Palermo.

Nel frattempo il prezzo del diesel raggiunge un nuovo record: +1,5 centesimi. Secondo le rilevazioni è salito ad un livello mai toccato prima: 1,561 euro al litro presso i distributori Ip che non avrebbero modificato altri prezzi. La Esso invece ha ritoccato i prezzi di benzina e gasolio: +0,2 centesimi al litro con la benzina a 1,628 euro/litro e il gasolio a 1,550 euro/litro.

Stabile- secondo la Staffetta- la media ponderata nazionale dei prezzi della benzina tra i diversi marchi a 1,628 euro/litro, mentre il gasolio aumenta di due millesimi a 1,547 euro/litro. Media nazionale dei prezzi del metano in lieve calo a 0,92 euro/kg.






Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2011 alle 14:36 sul giornale del 10 novembre 2011 - 810 letture

In questo articolo si parla di economia, benzinai, sciopero, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rrk





logoEV