Stop dell'Unesco. Gli Usa non danno più i soldi dopo l'entrata della Palestina

Unesco 1' di lettura 10/11/2011 -

L'Unesco non avvierà alcun nuovo progetto nell'anno in corso, dopo che gli Stati Uniti hanno ritirato i propri finanziamenti all'agenzia per protestare contro l'ammissione come membro della Palestina. 



Dopo che la Palestina è stata riconosciuta membro a pieno titolo dell’Unesco, gli Stati Uniti lo scorso 31 ottobre hanno bloccato i finanziamenti, pari a 60 milioni di dollari (43 milioni di euro), cioè il 22% del budget dell’organizzazione. Una decisione dettata dal fatto che la legislazione americana impedisce di finanziare le agenzie dell’Onu che garantiscano l’accesso a gruppi non riconosciuti a livello internazionale come stati.

Questo è quanto ha annunciato la direttrice Irina Bokova durante la Conferenza Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione la scienza e la Cultura.

Il blocco dei programmi servirà a risparmiare 35 milioni di dollari che, con ai 30 milioni di dollari dei fondi di rotazione, potranno colmare momentaneamente il deficit.






Questo è un articolo pubblicato il 10-11-2011 alle 21:07 sul giornale del 11 novembre 2011 - 1032 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia angeletti, unesco, palestina, onu, Stati Uniti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rxb





logoEV