Lavoro, Napolitano: 'Basta le raccomandazioni, riconoscere il merito'

Giorgio Napolitano 1' di lettura 15/11/2011 -

L'Italia deve diventare il più rapidamente possibile un Paese aperto ai giovani, nel lavoro, nelle professioni, nelle imprese e nelle istituzioni”- dichiara il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.



Per favorire l'occupazione e l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, Napolitano invita quindi le istituzioni a non dimenticare le responsabilità nei loro confronti perchè sono fondamentali per il Capo dello Stato. E a tal proposito ribadisce la necessità ad offrire ai giovani disoccupati o in cerca di un primo impiego “l'opportunità non viziate da favoritismi e creare per il lavoro sistemi assunzione trasparenti che smentiscano la convinzione che le raccomandazioni servano più dell'impegno personale”.

E' necessario, sottolinea così Giorgio Napolitano nel corso della cerimonia al Quirinale con i nuovi cittadini italiani, investire su istruzione, formazione e educazione ma soprattutto riconosce l'effettivo impegno e merito. Al bando le raccomandazioni e le 'vie di comodo' per ambire ad un posto di lavoro. Questo significa per Napolitano creare equità ma anche crescere e svilupparsi.






Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2011 alle 14:05 sul giornale del 16 novembre 2011 - 1045 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, giovani, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rGt





logoEV