Omicidio Rea, Cassazione: Salvatore Parolisi resta in carcere

salvatore parolisi e melania rea 1' di lettura 28/11/2011 -

Dopo 7 mesi dalla scomparsa di Carmela Melania Rea, la 29enne che il 18 aprile scorso era sparita sul Colle San Marco di Ascoli Piceno, dov'era andata per trascorrere qualche ora all'aria aperta insieme al marito Salvatore Parolisi, militare del 235esimo Reggimento Piceno, e alla loro bambina di 18 mesi, la Corte di Cassazione ha stabilito che l'uomo resta in carcere.



Unico indagato per la morte della moglie, trovata senza vita il 20 aprile scorso in un boschetto a Ripe di Civitella, nel teramano, Parolisi si trova rinchiuso nel carcere di Teramo da 131 giorni su decisione del Tribunale del Riesame de L'Aquila.

Lunedì la conferma dell'ordinanza di custodia cautelare arriva dalla Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso presentato dalla difesa che puntava su un particolare abbigliamento di Parolisi. Secondo gli avvocati del caporalmaggiore, infatti, l'uomo quel giorno indossava una maglia a maniche corte mentre, nel corso delle indagini, era stata refertata una striscia di sangue sulla coscia destra di Melania lasciata da un polsino di una maglia a manica lunga.






Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2011 alle 23:32 sul giornale del 29 novembre 2011 - 1233 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sudani Alice Scarpini, melania rea, salvatore parolisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/shW





logoEV