SEI IN > VIVERE ITALIA > POLITICA
articolo

Lo Stracomunitario: dalla caciara alla pacatezza

2' di lettura
3735

Mario Monti

Le impennate dello spread certo spenneranno gli italiani, però per intanto li hanno liberati da Berlusconi per portare in dote Monti.Il brusco avvicendamento, sommato alla crisi, ha quasi rincoglionito del tutto gli italiani e ora sono lì tutti imbambolati ad assorbire il colpo.Passata l’era del grande comunicatore ora impera Lo Stile Monti. Tutto maiuscolo.

Dalla ciaciara alla pacatezza. Dalla barzelletta tracagnotta allo humor inglese. Dal look da gangster all’eleganza da gran sommelier.

Ironia della sorte ha voluto che colui che era il venditore per antonomasia venisse fatto fuori proprio dai mercati.
Dopo essser stati governati da un pur sveglio rappresentante di commercio ora lo siamo direttamente dal capo reparto vendite.
Mentre il vero capo e cioè il padrone o i padroni dei mercati rimangono ancora nell’ombra a muovere i fili a cui sono appese le nostre vite.

Berlusconi era bravo a vendere agli italiani mentre ora c’è bisogno di uno che sappia vendere l’Italia con dentro tutti i suoi italiani. E per farla bella agli occhi degli acquirenti quest’Italia ha bisogno di una bella rassettata. Proprio quello che Monti sta facendo. E lo sta facendo con stile: Lo Stile Monti. Che come ormai sappiamo tutti è uno stile che prevede più fasi. Quante? E chi lo sa. Un po’ alla volta sistemerà tutto e tutti. L’ Italia alla fine sarà più bella agli occhi dei suoi acquirenti. Lo spread tornerà a livelli ragionevoli. E alla fine, comunque vadano le cose, l’Italia non sarà svenduta ma venderà cara la sua pelle. Insomma non tutto andrà a puttane. E nemmeno tutti. Tranne forse il solito.

Monti, Lo Stile Monti ce la sta mettendo tutta, ma diamogli tempo, non disturbiamolo.
Gli italiani, e questo lo potete evincere pescando a caso fra i tanti cartelli che Floris custodisce gelosamente nella sua trasmissione ballarò, dove un fido suo collaboratore dedica l’intera sua vita a vergare a caretteri cubitali tutto ciò che agli italiani passa per la testa, pensieri sconci inclusi…gli italiani, dicevo, sono con Monti. Sono con lui nonostante tutto. Ormai sono quasi tutti disoccupati ma la loro massima preoccupazione è quella di non disturbare Monti mentre lavora, tanto che il loro motto preferito ora è: lasciamolo lavorare.



Mario Monti

Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2012 alle 23:41 sul giornale del 03 gennaio 2012 - 3735 letture