SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Isola del Giglio: naufragio Concordia, proseguono le operazioni di soccorso

1' di lettura
2889

Naufragio della Costa Concordia

La nave Concordia, a causa del mare mosso, ha cominciato a muoversi dalla posizione in cui si era incagliata. Il coordinamento dei soccorsi ha sospeso le ricerche ed evacuato i sub di vigili del fuoco e capitanerie.

Il monitoraggio è continuo e le operazioni di soccorso riprenderanno appena la situazione si stabilizzerà. Sulla responsabilità del comandante Francesco Schettino, il procuratore capo di Grosseto Francesco Verusio ha sottolineato che "l'idea che ci siamo fatti nell'immediatezza del fatto sta trovando conferme dalle prime indagini delle forze dell'ordine e delle autorità marittime".

Nell'inchiesta sul naufragio della nave Costa Concordia sono stati sentiti centinaia di testimoni tra membri dell'equipaggio, turisti a bordo e soccorritori. Il rischio ambientale per l'Isola del Giglio rimane altissimo. "L'obiettivo è di evitare che il carburante esca dalla nave: stiamo lavorando su questo", ha detto il ministro dell'Ambiente Corrado Clini.

I morti sono sei, mentre sono sedici i nomi che mancano all'appello ma sul reale numero dei dispersi del naufragio è il caos. Berlino segnala almeno dieci dispersi tedeschi.



Naufragio della Costa Concordia

Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2012 alle 18:46 sul giornale del 17 gennaio 2012 - 2889 letture