SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Naufragio Concordia, donna moldava in tv: 'Ero con Schettino'

1' di lettura
1898

Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia naufragata all'isola del Giglio, è stato sospeso dalla Cossta Crociere.

La compagnia di navigazione, tramite il suo legale, ha fatto sapere di essersi costituita parte offesa del disastro davanti alla Procura della Repubblica di Grosseto.

Costa Crociere ha poi riferito che ha iniziato a contattare i passeggeri della Concordia e le associazioni dei consumatori per stabilire gli indennizzi relativi ai disagi subiti.

Sono state intanto identificate altre due vittime, Jeanne Gannard e Pierre Gregoire, entrambi cittadini francesi.

Chiarito il mistero della moldava a bordo della nave in compagnia del comandante. Si tratta della venticinquenne Domnica Cermotan, che fino a poco tempo fa faceva parte dell'equipaggio della nave. Si trovava a bordo in vacanza, per festeggiare il compleanno. In un'intervista alla tv moldava Journal tv la ragazza racconta che la notte del naufragio era con Schettino.

Aggiunge di essere un membro dell'equipaggio e difende l'operato del comandante della Concordia, che "ha salvato migliaia di persone". La Cermotan afferma che al momento dell' impatto della nave con gli scogli era a cena e di essere poi salita sul ponte per tradurre in russo le informazioni fornite dagli ufficiali.

Costa Crociere precisa che la ragazza si era regolarmente imbarcata a Civitavecchia, e si dice "pronta a fornire alle autorità competenti identità della persona e numero di pratica del biglietto acquistato".

Il Gip che ha messo Schettino agli arresti domiciliari spiega il provvedimento assunto affermando che non c'è pericolo di fuga, pur imputando al comandante colpe gravissime. Arriva intanto l'allerta della protezione civile, nei prossimi giorni nella zona del naufragio sono previste forti mareggiate.



Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2012 alle 18:55 sul giornale del 20 gennaio 2012 - 1898 letture