SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Pakistan: rapito un cooperante italiano

1' di lettura
1818

giovanni lo porto

Giovanni Lo Porto, un cooperante italiano di 38 anni impegnato in Pakistan con la ong tedesca Welt Hunger Hilfe (Aiuto alla fame nel mondo), è stato rapito insieme ad un collega tedesco di 45 anni a Qasim Bela, nel distretto di Multan della provincia centro-occidentale pachistana del Punjab.

Secondo quanto riferito dalla tv locale, i due cooperanti che operano con una ong che aiuta le popolazioni colpite dalle inondazioni nel sud della provincia, venerdì mattina sarebbero stati rapiti da uomini armati che li avrebbero obbligati a indossare l'abito tradizionale del Pakistan.

La Farnesina ha confermato il rapimento del 38enne siciliano, attivando i canali utili per seguire la vicenda da vicino e promuovere la soluzione positiva. Il ministro Terzi, si legge in una nota, ha infatti chiesto di essere costantemente informato sugli sviluppi del caso. Analogamente alla condotta tenuta in passato per analoghi casi il ministero degli Esteri, che sta mantenendo un contatto continuo con la famiglia Lo Porto, attuerà una linea di riserbo per non compromettere gli sforzi per giungere alla liberazione del cooperante italiano.



giovanni lo porto

Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2012 alle 09:09 sul giornale del 21 gennaio 2012 - 1818 letture