SEI IN > VIVERE ITALIA >

Al via la costruzione del telescopio sottomarino

1' di lettura
1571

Neutrini

Prende il via con un finanziamento di 20,8 milioni da parte dell'Italia, il progetto per la realizzazione del telescopio destinato a rilevare dal fondo del Mediterraneo le particelle più sfuggenti.

A 3.500 metri di profondità verranno studiati i neutrini, le particelle ad oggi meno conosciute, che provengono dal centro della galassia. Il progetto si chiama Km3NeT ed è fra le ricerche di punta individuate dalla Commissione Europea per la Fisica del futuro. Il primo nucleo del telescopio europeo KM3NeT sarà un dimostratore tecnologico.

La richiesta iniziale di finanziamento era di 45 milioni per la costruzione di 60 delle 300 torri previste complessivamente dal progetto. Si tratta di strutture verticali sulle quali si trovano i sensori che permettono di ricostruire le tracce dei neutrini. Il finanziamento è stato ridotto a 20,8 miliardi e il numero delle torri è sceso da 60 a 30. I tempi previsti per la realizzazione delle prime strutture sono stretti, i fondi strutturali europei, infatti, vanno spesi entro il 2014.



Neutrini

Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2012 alle 20:01 sul giornale del 26 gennaio 2012 - 1571 letture