Bari: minacce ai giocatori, arrestati tre capi ultrà

1' di lettura 10/05/2012 - I capi ultrà del Bari Alberto Savarese, Raffaele Lo Iacono e Roberto Sblendorio sono stati arrestati dai Carabinieri su disposizione della Procura del capoluogo pugliese.

I tre uomini sono accusati di violenza privata aggravata ai danni di alcuni calciatori biancorossi durante la passata stagione di campionato. Le ordinanze di custodia cautelare a carico dei tre sono state emesse dal gip di Bari nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse.

I capi ultrà avrebbero pressato e minacciato diversi giocatori della loro squadra del cuore affinchè perdessero tre gare del campionato di calcio 2010-2011, con lo scopo di di assicurarsi forti somme di denaro con le scommesse.

Delle richieste degli ultrà avevano parlato negli interrogatori dei mesi scorsi due ex giocatori del Bari, il capitano Jean Francois Gillet, ora al Bologna, e Marco Rossi, attualmente in forza al Cesena.

Gli inquirenti escludono, almeno per ora, possibili collegamenti con la criminalità organizzata.






Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2012 alle 16:37 sul giornale del 11 maggio 2012 - 1666 letture

In questo articolo si parla di attualità, bari, ultrà, marco vitaloni, calcioscommesse

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ySC





logoEV