Grecia nel caos, anche Tsipras rinuncia a formare il nuovo governo

grecia 1' di lettura 10/05/2012 - Dopo il tentativo a vuoto di Antonis Samaras, anche il leader della sinistra radicale Alexis Tsipras ha rinunciato all'incarico di formare il nuovo governo.

Tsipras non è riuscito nel suo progetto di mettere assieme tutti i partiti della sinistra per formare una coalizione capace di governare il paese, sempre più in crisi dopo le elezioni di domenica che hanno visto il crollo dei due partiti tradizionali.

La Grecia è sull'orlo del baratro perché senza un governo credibile con cui presentarsi ai creditori europei, questi bloccheranno i prestiti già concessi, come più volte ribadito dalla cancelliera tedesca Merkel.

Ora il presidente della Repubblica, Karolos Papoulias, affiderà il mandato a Venizelos, leader del Pasok, arrivato terzo alle urne. Ma il tentativo appare già segnato, a meno di colpi di scena dell'ultima ora.

Si fa quindi più vicina l'ipotesi delle elezioni anticipate a giugno, già invocate peraltro da Aleka Papariga, leader del partito comunista greco, il Kke.






Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2012 alle 16:20 sul giornale del 11 maggio 2012 - 1831 letture

In questo articolo si parla di attualità, grecia, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ySw





logoEV