Brindisi: attentato alla scuola Morvillo Falcone, muore una 16enne

attentato a brindisi 2' di lettura 19/05/2012 - Tre ordigni rudimentali, costituiti da tre bombole di gas, sono state fatte esplodere sabato mattina davanti la scuola Morvillo Falcone di Brindisi.

Nell'esplosione, secondo quanto riferito dalle fonti investigative, della bomba all'interno di un cassonetto lasciato davanti la scuola volutamente e azionato a distanza con un telecomando, è morta una studentessa di 16 anni Melissa Bassi ed un'altra è in gravissime condizioni. Sei giovani sono inoltre rimasti feriti.

Gli ordigni, posizionati sul muro adiacente la scuola, avrebbero provocato una violentissima esplosione che ha mandato in frantumi i vetri dell'istituto scolastico ma anche di alcune palazzine vicine e della saracinesca di un esercizio a un centinaio di metri dal luogo dell'attentato.

Il movente è ancora da accertare. Tante le ipotesi al vaglio degli investigatori che tra le principali si evidenziano la criminalità organizzata, la pista terroristica e il gesto isolato e sconsiderato di un folle. Gli inquirenti inoltre non escludono legami con un altro attentato avvenuto a Mesagne, la notte tra il 4 e 5 maggio, quando è stata danneggiata da una bomba la macchina del presidente dell'associazione antiracket. Tra l'altro sabato proprio a Brindisi era in programma il passaggio della carovana antimafia.

“Quanto accaduto è un atto gravissimo, un colpo al cuore dello Stato come se avessero ucciso per la seconda volta Giovanni Falcone e Francesca Morvillo”, dichiara la sorella del magistrato ucciso nella strage di Capaci Maria Falcone sottolineando però che questo non crea cedimento nel loro impegno. Intanto il capo dello Stato Giorgio Napolitano sta seguendo gli sviluppi delle indagini con apprensione e partecipe vicinanza ai familiari delle vittime, ai feriti e all'intera collettività brindisina. “Non daremo tregua ai responsabili di questa nefandezza- dichiara il Capo della Polizia Antonio Manganelli- Li prenderemo”.






Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2012 alle 15:17 sul giornale del 21 maggio 2012 - 2764 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zg6

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici