Sisma in Emilia: almeno 15 morti, 7 dispersi e 200 feriti

Terremoto Modena 1' di lettura 29/05/2012 - E' pesante il bilancio delle vittime delle scosse di terremoto che ha colpito nuovamente l'Emilia.

La maggior parte delle persone morte sono operai, rimasti vittime del crollo dei capannoni dove lavoravano. Il sisma ha prodotto altri 8mila sfollati, che sommati ai 6mila del 20 maggio porta il numero a 14mila. Lo ha riferito il sottosesgretario Antonio Catricalà al Senato. Mercoledì si riunirà il Consiglio dei Ministri per prendere i provvedimenti necessari. Catricalà ha poi detto che il Governo ha intenzione di dichiarare il prossimo 4 giugno giornata di lutto nazionale.

Martedì in Emilia si sono registrati 7 terremoti di magnitudo superiore a 4 e 2 superiori a 5, ma viene avanzata l'ipotesi che non si tratti di scosse di assestamento ma di un nuovo evento sismico. Secondo l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) potrebbe essere la rottura di una nuova faglia all'origine del terremoto di magnitudo 5,8 nel modenese.

Il sisma è avvenuto sul margine occidentale dell'arco di circa 40 chilometri attivato nel sisma del 20 maggio, quando le scosse erano avvenute nella zona orientale.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2012 alle 18:04 sul giornale del 30 maggio 2012 - 1724 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, modena, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zHO

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV