RIM affonda ancora. La società dei BlackBerry in crisi

Vivere Jesi su un Blackberry 1' di lettura 30/05/2012 - Pessime notizie per Resarch In Motion (RIM), la società produttrice di Blackberry: l'azienda canadese, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, sarebbe a serio rischio fallimento.

Il totale disinteresse globale nei confronti degli attuali prodotti RIM e l’indifferenza con cui è stato accolto l’annuncio di BB10, segnano per RIM un punto di non ritorno.

In rosso, alla voce perdite operative, si chiuderà infatti anche il primo trimestre dell'esercizio corrente (che terminerà il 2 giugno e i cui risultati verranno annunciato il giorno 28 del prossimo mese) e a confermarlo è stato in una nota ufficiale il ceo Thorsten Heins in persona, che ha messo le mani avanti su possibili nuove perdite nei prossimi trimestri.

Un po' per il successo conseguito da nuovi competitor, un po' per non essere riuscita a stare al passo coi i tempi realizzando device in grado di avere una presa maggiore sui nuovi mercati, RIM ha perso diversi clienti negli ultimi mesi che sono confluiti verso iPhone e smatphone Android.

La quota di mercato nelle vendite di smartphone si è ridotta al solo 6,4% mentre i dispositivi Android, assieme a quelli iOS, hanno raggiunto l’82%. Questo ha causato perdite ingenti per l’azienda che produce i BlackBerry che si trova ora costretta ad adottare politiche aggressive per ripianare i bilanci.






Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2012 alle 15:37 sul giornale del 31 maggio 2012 - 1790 letture

In questo articolo si parla di attualità, bilancio, giulia angeletti, crisi, mobile, blackberry, smathphone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zJI





logoEV