Terremoto: secondo l'Enea a rischio il 70% degli edifici

terremoto 1' di lettura 30/05/2012 - In Italia il 70% degli edifici non potrebbero reggere alle sollecitazioni sismiche di una certa consistenza che potrebbero subire.

Lo hanno detto gli esperti dell'Enea Alessandro Martelli e Paolo Clemente, drante l'audizione alla commissione Ambiente della Camera.

Intanto è scontro sul rincaro delle accise sulla benzina deciso dal Consiglio dei Ministri a copertura degli interventi previsti a seguito del sisma in Emilia. Contro l'aumento di 2 centesimi si schierano le associazioni dei consumatori, secondo i quali darebbe il colpo di grazia all'intera economia nazionale.

I consumatori suggeriscono di reperire altrove le risorse necessarie, magari con interventi più equi e strutturali, a partire da un allentamento del patto di stabilità e una maggiore tassazione sui grandi patrimoni.

Dello stesso avviso Cgil, Cisl e Uil, secondo i quali sarebbe stato più utile cercare denari nel recupero dell'evasione fiscale e nella riduzione degli sprechi.

Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ha intanto chiesto all'Unione Petrolifera di valutare l'opportunità di ridurre il prezzo dei carburanti al netto delle imposte, per compensare l'aumento dell'accisa decisa dal Governo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2012 alle 18:52 sul giornale del 31 maggio 2012 - 1857 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zLz





logoEV