Telefonare dall'estero costa meno, entra in vigore la direttiva UE

Vivere Senigallia su un cellulare "Android" 1' di lettura 01/07/2012 - Dal Primo luglio 2012 la UE impone agli operatori mobili costi più bassi per le telefonate, per gli sms e per la navigazione internet offerta a chi naviga in paesi europei diversi dal proprio.

Questi i prezzi:
Telefonate: massimo 29 centesimi (+iva)al minuto
Telefonate ricevute: massimo 8 centesimi (+iva)al minuto
SMS: massimo 9 centesimi centesimi (+iva)al minuto
Navigazione: massimo 70 centesimi (+iva) al megabyte

Nel 2013 e nel 2014 la UE darà una nuova stretta e le compagnie telefoniche dovranno abbassare ulteriormente i prezzi.

Nel 2013 i prezzi scenderanno a 24 centesimi per le telefonate, 7 centesimi per le telefonate ricevute, 8 centesimi gli sms e 45 centesimi per ogni megabite. Tutto, ovviamente, più IVA.

Nel 2014 una telfonata non potrà costare più di 19 centesimi, 5 se ricevuta, 8 centesimi sarà il prezzo massimo di un sms e 20 centesimi il costo massimo di un megabite, esclusa l'iva.

Al di fuori dell'Unione Europea le compagnie potranno continuare ad imporre i prezzi che preferiscono, ma dovranno avvertire i loro utenti se suprano i 50€ di spesa.

Non è stato chiarito però se i limiti varranno solo per chi si trova all'estero o se anche in Italia gli operatori dovranno abbassare il costo degli sms che in molti casi supera i 9 centesimi + iva previsti dalla direttiva UE.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2012 alle 17:31 sul giornale del 02 luglio 2012 - 2190 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, economia, cellulare, roaming

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/A4M