Dopo 9 mesi di prigionia, liberata Rossella Urru

1' di lettura 19/07/2012 - Rossella Urru, la cooperante sarda rapita il 22 ottobre scorso in Algeria, e' stata liberata con altri 2 ragazzi spagnoli che erano stati rapiti insieme a lei. La conferma ufficiale e' arrivata in serata dal ministro degli Esteri, Giulio Terzi, dopo una giornata in cui si sono susseguite voci e dichiarazioni che la Farnesina ha preferito verificare attraverso l'Unita' di crisi.

Terzi ha intanto incontrato i familiari della cooperante riuniti all'Unità di crisi, il padre Graziano con la moglie Marisa e gli altri due figli che hanno espresso parole di ringraziamento.

La Urru, secondo quanto e' emerso in giornata da fonti locali, sarebbe stata rilasciata a Timbuctu' nelle mani dei mediatori insieme ai due spagnoli. Ruolo importante nella mediazione avrebbe giocato il Burkina Faso.

La ragazza era stata rapita nove mesi fa nel campo profughi saharawi di Hassi Rabuni, nel sud-ovest dell'Algeria, nella notte tra il 22 e 23 ottobre. I rapitori avevano fatto irruzione nelle stanze dei cooperanti e li avevano portati via.

Napolitano, che aveva fin dall'inizio manifestato piena fiducia nell'impegno degli organi dello Stato per conseguire la liberazione della giovane connazionale, ha inoltre reso pubblico il Quirinale,«rivolge oggi il proprio apprezzamento alle Amministrazioni e ai Servizi di Sicurezza per la loro tenace iniziativa e per il felice esito raggiunto».






Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2012 alle 06:22 sul giornale del 19 luglio 2012 - 1584 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia angeletti, rapimento, Mali, riscatto, Burkina Faso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BNT





logoEV