Montelupone: omicidio dei coniugi Marconi, arrestato un macedone 28enne

Paolo Marconi e Ada Cerquetti 1' di lettura 02/10/2012 - Arrestato l’autore del duplice omicidio di Montelupone. In manette è finito il macedone 28enne che, dopo aver tentato di addossare la colpa sul marocchino 23enne, ha poi confessato.

Il giovane imbianchino, sposato con tre figli che viveva con il marocchino nel casolare in contrada San Martino a poca distanza da quello dei coniugi Marconi, avrebbe agito da solo.

Il macedone, fermato dai militari lunedì insieme al marocchino, è stato interrogato per tutta la notte fino a quando, messo di fronte alle sue contraddizioni, ha ceduto e confessato. Il pm Andrea Belli dovrà ora formalizzare le ipotesi di reato alla base del fermo, ma quasi certamente l’accusa sarà di omicidio volontario aggravato. Il 28enne infatti avrebbe aggredito ed ucciso Paolo Marconi e la moglie Ada Cerquetti con un coltello. Il primo a morire sarebbe stato l’83enne ucciso sulla soglia di casa con decine di coltellate, in seguito, sarebbe stata uccisa la 73enne che avrebbe tentato di difendersi fuggendo.

La svolta nelle indagini sul duplice omicidio di Montelupone, avvenuto domenica mattina, sarebbe arrivata nel pomeriggio di lunedì dopo che i carabinieri del Racis avevano battuto palmo palmo il casolare dei Marconi. Impronte di scarpe e pneumatici ritrovate nel cortile del casolare dei coniugi hanno condotto i militari verso l’altro casolare, quello del macedone e del marocchino, dove sono stati rinvenuti indumenti e calzature sporche di sangue, il coltello e anche un anello appartenente alla vittima.






Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2012 alle 12:25 sul giornale del 03 ottobre 2012 - 2047 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, montelupone, Sudani Alice Scarpini, paolo marconi, ada cerquetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ess





logoEV