Cassazione: 'Illegali le catene di Sant'Antonio e il multilevel marketing'

marketing piramidale 1' di lettura 03/10/2012 - Le catene di Sant'Antonio e il marketing piramidale sono illegali.

Lo ha stabilito la terza sezione penale della Corte di Cassazione, confermando una sentenza impugnata dagli imputati, colpevoli di aver svolto pratiche riconducibili alla categoria delle vendite piramidali. Nelle motivazioni della sentenza si legge che "le attività commerciali in cui il beneficio economico deriva dal reclutamento di utenti, piuttosto che dalla vendita diretta di beni o servizi, sono da ritenersi fuorilegge".

Un decisione che stabilisce un precedente giurispreudenziale importante, e che rischia di far partire un numero impressionante di nuove cause, sia per le truffe sul web sia contro quelle aziende che usano il marketing piramidale per fare introiti.






Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2012 alle 19:08 sul giornale del 04 ottobre 2012 - 3692 letture

In questo articolo si parla di attualità, corte di cassazione, catena di sant'antonio e piace a dragodargento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EwC





logoEV