Mafia: sciolto il consiglio comunale di Reggio Calabria

Anna Maria Cancellieri 1' di lettura 09/10/2012 - Il Consiglio dei ministri ha disposto lo scioglimento del Comune di Reggio Calabria per contiguità con ambienti mafiosi.

Lo ha annunciato il ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, parlando di "atto sofferto", e di "atto di rispetto per la città". A guidare il Comune saranno ora tre commissari: il prefetto di Crotone Vincenzo Panico, il viceprefetto Giuseppe Castaldo e Dante Piazza, dirigente dei Servizi ispettivi di finanza pubblica della Ragioneria generale dello Stato.

L'impegno è quello di evitare il dissesto finanziario del Comune, sull'orlo della bancarotta. Il bilancio comunale ha un buco di 180 milioni di euro, frutto di politiche asservite al potere delle cosche della 'ndrangheta. E' la prima volta nella storia che viene sciolto il consiglio comunale di un capoluogo di provincia.






Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2012 alle 20:23 sul giornale del 10 ottobre 2012 - 1873 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale, mafia, Reggio Calabria, 'ndrangheta, Anna Maria Cancellieri, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EJ3





logoEV