Nobel per la chimica a Kobilka e Lefkowitz

robert lefkowitz brian kobilka 1' di lettura 10/10/2012 - Il Premio Nobel 2012 per la Chimica è stato assegnato a due ricercatori americani, Brian Kobilka e Robert Lefkowitz, per i loro studi sui ricettori delle cellule.

I due scenziati hanno scoperto come funzionano le "antenne" delle cellule (chiamate recettori della proteina G), che permettono alle cellule di comunicare e adattarsi alle condizioni del mondo esterno. A scoprire i recettori è stato alla fine degli anni sessanta il 69 Robert Lefkowitz. Il suo collega più giovane, il 57enne Brian Kobilka, ha poi scoperto negli ultimi anni, grazie alla mappatura del genoma umano, quale frammento del Dna si occupa di assemblare le "antenne" delle cellule.

Le loro ricerche hanno avuto un ruolo fondamentale per progettare i medicinali del futuro, e già oggi circa metà dei farmaci in uso sfrutta il meccanismo dei recettori della proteina G. Capendo come gli ormoni si legano ai recettori è possibile infatti progettare farmaci più precisi e selettivi.






Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2012 alle 20:49 sul giornale del 11 ottobre 2012 - 1761 letture

In questo articolo si parla di attualità, premio nobel, chimica, marco vitaloni, robert lefkowitz, brian kobilka

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EM3





logoEV