Consulta: incostituzionali i tagli agli stipendi dei manager pubblici

Tribunale Giustizia 1' di lettura 11/10/2012 - No ai tagli alle retribuzioni superiori ai 90mila euro per i dirigenti pubblici, previsti dal decreto legge del 2010.

Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. La Consulta ha dichiarato l'incostituzionalità dell'articolo 9 del decreto, in cui si dispone tagli all'indennità dei dipendenti pubblici e dei magistrati pari al 5% per stipendi superiori ai 90 mila euro lordi, e al 10% per stipendi superiori a 150 mila euro.

La Corte ha dichiarato illegittima anche la parte che dispone che ai magistrati non vengano erogati gli acconti 2011, 2012 e 2013 e il conguaglio del triennio 2010-2012. Il decreto legge era stato varato dal governo Berlusconi nel maggio del 2010 e faceva parte della manovra economica 2011-2012.






Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2012 alle 17:20 sul giornale del 12 ottobre 2012 - 2714 letture

In questo articolo si parla di attualità, tribunale, giustizia, avvocato, giudice, tagli, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EPN





logoEV