Anonymous contro Wikileaks: 'Sta diventando lo show personale di Assange'

anonymous wikileaks 1' di lettura 12/10/2012 - Sembra si sia incrinato il rapporto di collaborazione e fiducia tra Anonymous e Wikileaks.

Il collettivo di hacker si definisce "arrabbiato" nei confronti del sito di informazione di Julian Assange, 'reo' di aver lanciato nei giorni scorsi una campagna di finanziamento che sta di fatto trasformando il sito da gratuito a pagamento. Wikileaks da qualche giorno impone agli utenti di pagare con una donazione l'accesso ai suoi documenti riservati, o in alternativa condividendo su Facebook o Twitter il video di presentazione della ricerca fondi di Assange.

Questa nuova mossa non piace ai paladini della libertà di informazione e di espressione sul web, che hanno espresso il loro dissenso con una lettera aperta. Alcuni esponenti di Anonymous hanno poi scritto su twitter che il sito "sta diventando lo show personale di Julian Assange". Il denaro raccolto serve "per pagare gli avvocati di Assange", rifugiato da mesi nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra.

"Wikileaks non è, o non dovrebbe essere, solo Julian Assange", si legge nella lettera aperta. "La missione iniziale di Wikileaks era quella di fornire al pubblico informazioni provenienti dal governo e dalle industrie, notizie che altrimenti sarebbero rimaste segrete. Informazioni che il pubblico ha il diritto di sapere. Ma tutto ciò è stato spinto sempre più in secondo piano, ora sentiamo parlare solo di come Julian Assange abbia incontrato a cena Lady Gaga." Per ora gli hacktivisti di Anonymous non sembrano intenzionati ad attaccare Wikileaks, ma solo smettere di supportarlo.






Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2012 alle 18:17 sul giornale del 13 ottobre 2012 - 2772 letture

In questo articolo si parla di attualità, wikileaks, anonymous, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ES7





logoEV