Severino: 'Viviamo una seconda Tangentopoli'

Paola Severino 1' di lettura 14/10/2012 - "Questa è una seconda Tangentopoli. La quantità di casi che stiamo verificando e che sono sotto i nostri occhi lo rende evidente".

Non usa mezze misure il ministro della Giustizia Paola Severino, intervistata da SkyTg24. La situazione oggi è però peggiore di quella del 1992, nonostanze alcune similarità. "Si tratta - ha affermato il ministro - di una serie di casi estremamente gravi ed estremamente diffusi di corruzione che si innestano in un quadro di grande debolezza politica e in un quadro anche di grandi bisogni del paese, che rendono estremamente più gravi questi episodi".

"I fatti stanno dimostrando quel che già ci era evidente: la corruzione è un fenomeno dilagante e dannosissimo per l'economia e per l'immagine del paese" continua la Severino. Il ministro ha poi spiegato l'irrinunciabilità del ddl anticorruzione, "che mira a prevenire la corruzione e a colpirla con delle sanzioni efficaci". La Severino ha poi spiegato che dopo l'approvazione del ddl il governo metterà appunto con un apposita delega la questione dell'incandidabilità dei condannati.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2012 alle 23:18 sul giornale del 15 ottobre 2012 - 4608 letture

In questo articolo si parla di politica, corruzione, Paola Severino, marco vitaloni, tangentopoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EWX





logoEV