Formigoni: 'Lombardia subito al voto. No a Maroni candidato'

Roberto Formigoni 1' di lettura 16/10/2012 - "Questa legislatura regionale è giunta al termine".

Esordisce con queste parole il presidente della Lombardia Roberto Formigoni, prendendo la parola nell'aula del consiglio regionale. Il governatore assicura che entro la fine della settimana darà vita a una nuova giunta tecnica, composta da persone esterne alla politica. Occorrono "tempi rapidissimi" per aprire una nuova legislatura, sostiene Formigoni; "si può e si deve andare a votare prima di Natale o al massimo a metà gennaio".

Nelle intenzioni di Formigoni questa dovrebbe essere anche l'ultima settimana del consiglio, in modo da permettere al Prefetto di stabilire il voto entro 45 giorni. I consiglieri Pdl hanno già messo a disposizione del governatore le loro dimissioni in bianco, ma prima di sciogliere l'assemblea sarebbe "opportuno correggere la legge elettorale", eliminando il listino bloccato. "Si può fare in tempi rapidissimi - assicura Formigoni - e nel corso di questa settimana è possibile cambiare la legge eliminando i listini, poi scatteranno le dimissioni dei consiglieri".

Infine il governatore boccia l'eventuale candidatura di Maroni: "Ritengo irrituale che il capo di un partito che ha fatto cadere la Giunta che ha lavorato bene possa pretendere di essere il candidato".






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2012 alle 17:58 sul giornale del 17 ottobre 2012 - 2270 letture

In questo articolo si parla di politica, Roberto Formigoni, lombardia, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/E2D





logoEV